Questo sito utilizza i cookie. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo.  
This text is replaced by the Flash movie.


Località - Mappe
Le mappe geografiche per Andalo, Molveno, Fai della paganella Spormaggiore e Cavedago
Appuntamenti
Teatri e concerti, Cinema e film, Eventi locali, Fiere e convergli, Arte e cultura, Percorsi culturali

LA STORIA DEL VINO IN TRENTINO

Viticoltura, produzione del vino fanno da sempre parte del bagaglio culturale del trentino, numerosi ritrovamenti storici ne sono la testimonianza. Le prime tracce relative alla coltivazione della vite risalgono addirittura alla preistoria, reperti archeologici rinvenuti nella valle di Ledro sono stati fatti risalire all'età del bronzo.

La produzione dei vini del Trentino nella piana Rotaliana Tra le testimonianze rilevanti non possiamo dimenticare la “situla” etrusca (un vaso di rame) ritrovato sul "Dòs Casilìr" a Cembra, (in Valle di Cembra) nel 1838, la cui origine viene fatta risalire al 3000 avanti Cristo. La Situla era destinata a cerimonie religiose in onore di Sileno e Bacco (lo riporta un iscrizione sulla stessa).

Molte popolazioni si succedettero in questo territorio, tra questi ricordiamo i reti, dei quali rimangono ancora molte tracce in molte località (un sito trattato in queste pagine è quello di Doss Castel a Fai della Paganella), famosi anche in epoca romana per la qualità del loro vino (detto appunto "retico") e lodato nell'antica Roma tra gli altri anche da Strabone, Virgilio e Svetonio.

Risalgono invece al periodo medioevale le prime regole vendemmiali circa nel 1100, nel secolo successivo furono emessi gli "Statuti di Trento", norme protezioniste mirate ad ostacolare l'importazione di vini prodotti nelle zone limitrofe.
Poco più di un secolo dopo, nel 1372 si accese una disputa tra i viticoltori di trento e quelli di bolzano volto ad ottenere l'esclusiva per l'esportazione vinicola verso il Nord europa, lo scontro si risolse infine con un compromesso, ma solo un paio di secoli più tardi.

Un altra testimonianza degna di nota è riportata dalle cronache del 1670 ai tempi del Sacro Concilio di Trento : Michelangelo Mariani, storico ed economo proveniente dal bresciano, si trovò a soggiornare a Trento, conoscendo di prima persona vita ed economia del territorio, tanto da affermare in uno dei suoi scitti “... in Trentino si produce vino per tre anni, grano per tre mesi”.
Oltre a questa ironica, ma certo interessante citazione del Mariani ricordiamo invece gli studi relativi alla produzione vinicola nei secoli XVI e XVII. Una interessantissima rassegna storica, che analizza in dettagli quali vini vengono prodotti, ed assegna un grande merito ai viticoltori locali : "fare i vini senza studio, tali quali nascono e senza adulterarli".
 Link Correlati ed altre informazioni relative a "La storia del Vino"
Questo sito è sviluppato da brentapaganella.com - p.iva 01779300225