Questo sito utilizza i cookie. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo.  
This text is replaced by the Flash movie.


Località - Mappe
Le mappe geografiche per Andalo, Molveno, Fai della paganella Spormaggiore e Cavedago
Appuntamenti
Teatri e concerti, Cinema e film, Eventi locali, Fiere e convergli, Arte e cultura, Percorsi culturali

LE MELE DEL TRENTINO

La coltivazione delle mele è molto diffisa in trentino, varie sono le zone e le tipologie di produzione. L'area più vicina all'altopiano della Paganella è la confinante valle di Non, che comprende anche lo Sporeggio (Spormaggiore e Cavedago), e nella quale viene prodotta la rinomata mela Golden Delicious.

La mela Golden Delicious prodotta in valle di non, Trentino

La storia delle Mele

Percorrendo un po' a ritroso nella storia troviamo tracce di coltivazione della mela risale a diversi secoli fa, ne sono testimonianza documentazioni quali la la Carta di Regola di Cles del 1641 ed anche diversi toponimi nella stessa valle di Non, uno per tutti Malè, derivato dal latino Maletum ovvero "Meleto" o "luogo delle mele".

La frutticoltura vera e propria nasce molto più tardi, nel tardo ottocento o primi del novecento.
La specie di mele locali più coltivata a quei tempi era la mela Renetta, frutto ancora oggi presente anche se in misura minore.
Certo, la produzione di quei tempi non era la stessa di oggi, soprattutto perchè la coltivazione era molto più differenziata: si trovavano il pero, il noce, la vite ed altre coltivazioni minori. L'economia esclusivamente agricola di quei non permetteva certo di puntare tutto il raccolto su un unica coltivazione.

La Mela Oggi

Le condizioni climatiche e territoriali sono le però ancora le stesse, ed a partire dagli anni sessanta è stata introdotta una specie di mele particolarmente versatile denominata Golden Delicious: dorata, a pasta fine e molto dolce.

La mela Golden Delicious nel giro di pochi anni dalla sua introduzione è diventata il fiore all'occhiello della valle di Non, tanto da soppiantare quasi per intero tutte le altre produzioni.
La mela della valle di Non è stata la prima in italia ad ottenere il riconoscimento Dop. subito seguita a ruota dalle altre, a dimostrazione di una produzione molto attenta alla qualità.

Le cooperative di produzione delle mele in Trentino sono molte, le più note sono Melinda per la valle di Non, la Trentina per la bassa valle di Non e Valle dell'Adige.
In Alto adige invece i marchi Sudtirol e Marlene sono i più noti. Qui la produzione di mele non è limitata alla Golden delicious, che copre comunque quasi la metà della produzione totale, ma si è specializzata con mele rosse come stark delicious, Morgenduft, gloster, royal gala e molte altre.

A scanso di equivoci voglio precisare però che quelli citati non sono gli unici produttori di mele presenti sul territorio trentino, tutt'altro : la coltivazione della mela è diffusa per esteso in tutto il territorio, tanto da interessare oltre alle già citate anche Piana Rotaliana, Vallagarina ed Alto Garda, la valle dei Mocheni, Valsugana, ed anche le Valli Giudicarie.
Quelli citati sono solo i più noti in ambito commerciale, quelli cioè di cui si possono trovare prodotti anche in altri mercati nazionali ed internazionali, visitando queste zone potrete però scoprire produttori locali di mele trentine che non hanno niente da invidiare anche ai marchi più blasonati.

Le Mele e la cucina

Essendo una zona di produzione così ricca è naturale che l'uso della mela abbia notevolmente influenzato anche la cucina locale, potrete quindi assaggiare oltre alle mele fresche interi menu dedicati a ricette monotematiche ottenute dalle mele.
Senza entrare troppo nel dettaglio cito il dolce forse più noto lo strudel di mele, lasciando alla vostra fantasia la sperimentazione della miriade di altri piatti disponibili ...
 Link Correlati ed altre informazioni relative a "Mele del Trentino"
Questo sito è sviluppato da brentapaganella.com - p.iva 01779300225