Questo sito utilizza i cookie. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo.  
This text is replaced by the Flash movie.


Località - Mappe
Le mappe geografiche per Andalo, Molveno, Fai della paganella Spormaggiore e Cavedago
Appuntamenti
Teatri e concerti, Cinema e film, Eventi locali, Fiere e convergli, Arte e cultura, Percorsi culturali

LA FAUNA LOCALE

Nel Parco si trovano specie rare ed esclusive dell’ambiente alpino.

Fauna nel Parco Naturale Adamello Brenta CARNIVORI
In primo luogo l’Orso bruno. In passato era un animale molto diffuso sulla catena alpina: l’intervento dell’uomo ne ha quasi causato l’estinzione. Attualmente qualche esemplare sopravvive solo nel settore nord-orientale del Gruppo del Brenta.
Altri carnivori presenti nel Parco sono la Volpe, il Tasso, la Faina, la Donnola, la Martora e nelle praterie alpine l’Ermellino.

ERBIVORI
Lungo le praterie di alta quota è facile osservare branchi di Camosci alpini, mentre nelle vallate più tranquille vivono i Cervi, caratteristici per l’aspetto imponente e le corna ramificate.
In aree dall’aspetto più vario, radure intercalate da tratti di foresta, pascoli e prati si trova il Capriolo .
Dal 1995 è ricomparso anche lo Stambecco, specie scomparsa quattro secoli fa a causa della caccia indiscriminata. Sono presenti inoltre i Mufloni, specie originaria della Sardegna, introdotta agli inizi degli anni ’70 per scopi venatori e attualmente monitorata per evitarne l’eccessiva diffusione.

RODITORI
Citiamo il Toporagno alpino, il Driomio, lo Scoiattolo e la Marmotta.

UCCELLI
Sono 99 le specie segnalate. Di esse cinque galliformi alpini (il Francolino di Monte, il Gallo Cedrone, il Gallo forcello, la Pernice Bianca, la Coturnice. Ricordiamo inoltre i picchi, i rapaci diurni e notturni.

Nel sottobosco è possibile imbattersi nella vipera comune, in rane e rospi, salamandre, tritoni e lucertole.
 Link Correlati ed altre informazioni relative a "Fauna Locale"
Questo sito è sviluppato da brentapaganella.com - p.iva 01779300225